Banche dei semi e breeder

Anche se la parola “normale” sembra dica tutto, non è del tutto cosi. Ognuno di noi ha sentito parlare almeno una volta di semine buone e semine cattive nell’impresa agricola, e come nell’impresa agricola, anche qua valgono le stesse regole. Ci sono semi buoni e semi cattivi. Alcuni coltivatori lasciano crescere le piante di delta 9 Tetraidrocannabinolo maschio e quelle femmina separatamente fino a raggiungere la maturità e poi le mettono insieme, in modo da essere sicuri che entrambi i sessi delle piante di marijuana siano completamente sviluppati e alla massima potenza. Le piante generate da questo tipo di semi di marijuana inizieranno a vivere in modo perfetto.

Questo sito dedicato ai semi di marijuana autofiorenti femminizzati ed Il termine “autofiorente” si riferisce a piante di dove comprare semi di marijuana che passano dalla fase vegetativa alla fase di fioritura in funzione dell’età della pianta, anziché in base alla quantità di luce che ricevono. Le piante autofiorenti inizieranno a produrre cime a prescindere dalla quantità di luce che ricevono. Coltivate a partire dal seme, le piante inizieranno a sviluppare cime una volta raggiunte le 3-4 settimane. Non è necessario ridurre la quantità di ore di luce che ricevono. In una situazione di outdoor, le normali varietà di Cannabis sativa e indica possono impiegare 6 mesi per arrivare dalla semina al raccolto. In indoor, per il raccolto possono volerci 3 mesi.

È altamente tossica, e non va MAI usata sulla Marijuana. Questa teoria si basa sulla leggenda, ancora in circolazione, che la marijuana produca la resina nelle radici, e che ricevendo lo shock del chiodo la resina salga verso le cime più in fretta. Si può dividere l’unica specie Cannabis in 3 “sottospecie”, che sono in realtà varietà differenti della stessa specie, anche se per i botanici questa suddivisione è ancora da documentare ed approfondire: Cannabis Sativa, Indica e Ruderalis.

Oggigiorno tutta la Cannabis che esiste ha ( ha avuto) a che fare con l’uomo. Quando un buon numero di fiori viene impollinato la pianta entra in una nuova fase della propria vita: invece di continuare a produrre nuovi fiori per aver più possibilità di riprodursi, la pianta concentra tutte le proprie energie nella produzione dei semi. Una particolare varietà di Cannabis Sativa utilizzata per la produzione di fibre è stata addirittura trasformata in pianta monoica, che ha cioè fiori maschili e femminili sulla stessa pianta; in questo modo, tutte le piante potevano essere raccolte contemporaneamente e la fibra era di qualità molto uniforme.

Non so se la marijuana cambi il proprio tasso metabolico durante la giornata. Per regolare il ciclo di fioritura in modo da non far fiorire le piante e tenerle in crescita anche quando ricevono solo 12 13 ore di luce al giorno si devono usare delle lampadine ad incandescenza (100 watt al metro quadrato) accendendole per 5-10 minuti ogni 2 3 ore durante tutto il periodo di buio. I tubi Vita-lite riproducono lo spettro solare, compresi i raggi UV, e sono molto adatti per coltivare.

Durante la fioritura dovrai usare un fertilizzante povero d’azoto e ricco di fosforo. La fioritura avverrà naturalmente se la pianta viene coltivata all’aperto. Usa inizialmente un fertilizzante ad alto contenuto di azoto, perché favorisce la crescita vegetativa.

La fioritura è la parte più lunga ed impegnativa , una pianta per fiorire ci impiega circa due mesi solitamente 50 giorni esatti sono un periodo sufficiente. Crescita della mariuana: Le piante in crescita non hanno bisogno di grandi cure,se avete iniziato la coltivazione con delle piante di circa 10 cm dovreste lasciarle in crescita circa 2 settimane allo scopo di farle adattare al nuovo vaso e permettergli di crescere di qualche centimetro ancora.(se usate i semi, prima della fioritura potreste tagliare la cima delle piante per tenerle basse ) le piante da seme crescono più in alto delle talee quindi se non volete alberi vi conviene potare cima e rami fino alla seconda settimana di caso stiate utilizzando le talee non ci sono problemi basta innaffiare le piante quando i vasi sono quasi secchiL’acqua di irrigazione deve essere arricchita con dei nutrienti, in commercio ne troverete tanti appositi per la canapa ma potete utilizzare qualsiasi concime liquido per piante verdi aumentando leggermente la dose in caso di problemi, ma i problemi non si presenteranno se voi usate la terra giusta 6,8- 7 ph. La canapa è una pianta estremamente resistente anche se dovesse avere delle leggere carenze queste non influiranno sul prodotto finale.

Comments are closed.