Come maneggiare i germogli di marijuana

La semina dei germogli di marijuana non e complicata. semi di femminizzati possono essere consumati crudi e considerati come una sorta di integratore alimentare di origine completamente naturale. Il loro utilizzo più semplice ne prevede l'aggiunta come condimento ingrediente vero e proprio a piatti come insalate, macedonie e muesli per la colazione la merenda. Possono essere inoltre utilizzati nella decorazione dei dessert , nella preparazione del pane , dei grissini di altre pietanze calde, tenendo conto però che il loro valore nutrizionale viene mantenuto intatto soltanto quando essi sono crudi. A crudo possono inoltre essere utilizzati come ingrediente aggiuntivo nella preparazione dei frullati.

I semi autofiorenti spesso chiamati automatici ereditano il carattere auto fiorente dalle piante di tipo Ruderalis (Cannabis Ruderalis), che provengono da zone fredde dell'Europa dell'Est (Ungheria, Siberia Meridionale, Russia) e dell'Asia Centrale, dove il clima – soprattutto il freddo e la neve – portano a soli tre white widow quattro mesi di condizioni favorevoli in cui le piante possono crescere e riprodursi ogni anno. Di conseguenza, queste varietà hanno sviluppato particolari caratteri di adattamento per fiorire e produrre i loro semi nel breve periodo di tempo a loro disposizione, perpetuando le specie anche in ambienti così inospitali.

I semi autofiorenti / automatici canapa ereditano il carattere auto fiorente dalle piante di tipo Ruderalis (Cannabis Ruderalis), che provengono da zone fredde dell'Europa dell'Est (Ungheria, Siberia Meridionale, Russia) e dell'Asia Centrale, dove il clima – soprattutto il freddo e la neve – portano a soli tre quattro mesi di condizioni favorevoli in cui le piante possono crescere e riprodursi ogni anno. Di conseguenza, queste varietà hanno sviluppato particolari caratteri di adattamento per fiorire e produrre i loro semi nel breve periodo di tempo a loro disposizione, perpetuando le specie anche in ambienti così inospitali.

 

Questo tipo di coltivazione è anche nota come “Guerilla Growing”. Il consumo energetico comunque rincara di anno in anno, quindi comprare luci LED per la coltivazione di marijuana sarebbe un buon investimento.

I coltivatori di marijuana commerciali, come al solito, usano la via più facile e veloce soprattutto dato che è essenziale per avere nuovamente lo spazio disponibile per seccare altra marijuana. Riguardo le distinzioni tra piante longidiurne, brevidiurne e neutrodiurne bisogna specificare che è nelle brevidiurne che il periodo di buio non deve essere interrotto, nelle longidiurne il periodo si buio è importante che non superi le 6 – 7 ore, anzi alcuni esperimenti hanno dimostrato che la fase scotofila potrebbe anche non esserci. La fase oscura della fotosintesi, chiamato anche ciclo di Calvin, comporta una serie di reazioni chimiche che portano alla riduzione biochimica della CO2 a carboidrati (come saccarosio, amido, cellulosa e altri polisaccaridi), in parole povere alla formazione di glucosio.

Piante neutrodiurne, in cui la fioritura non è influenzata della durata del giorno e della notte. Un altro tropismo molto noto è il Geotropismo, ossia la capacità dei germogli di interagire con la forza di gravità e quindi salire sempre verso l’alto mentre le radici scendono sempre verso il basso. E’ stato ormai accertato che la responsabile di questa curvatura è l’Auxina, un ormone della crescita, che spostandosi nella zona in ombra fa crescere più velocemente tale zona direzionando quindi il germoglio verso la zona di provenienza della luce.

Questi bulbi sono stati sviluppati specificamente per le applicazioni in orticoltura commerciale, con uno spettro ideale per la coltivazione indoor per le fasi di crescita e fioritura. Durante questa settimana avremo solo aggiunto acqua nell’irrigatore aiutando a eliminare l’eccesso di sali creatosi durante la coltivazione. É molto importante sorreggere le piante con un tutore (legno, bambú…) che possa mantener ferma la struttura durante la coltivazione.

La potatura va effettuata all’inizio della primavera, alla ripresa vegetativa della pianta. Think Different: Secondo la mia esperienza si tratta di una pianta che cresce compatta, fino a inizio fioritura tutta su un apicale, poi arresta la crescita in altezza e promuove la crescita laterale. Il cambio di fotoperiodo e il costante aumento di fertilizzante (fino ad un massimo di 4 ml/L) hanno portato a crescere molto e a creare qualche problema per la di- stribuzione delle piante nell’ambiente di coltivazione.

L’idea iniziale era di farlo fin dalla comparsa dei primi prefiori, ma avendo seminato strain con tempistiche diverse e in giorni diversi, mi sono ritrovato con alcune piante che hanno tardato maggiormente a entrare in fase di fioritura. Con il riflettore posto a circa 30cm dalle cime più alte, le piante hanno iniziato finalmente a mostrare lo sviluppo tipico della fase di fioritura (chi più e chi meno: ha continuato a vegetare ancora, essendo stata seminata dopo le prime). Per migliorare le condizioni ambientali è consigliabile collocare sui caloriferi delle vaschette contenenti acqua, in modo tale che essa evaporando possa aumentare l’umidità dell’aria (e questa è una pratica che fa bene non solo alle piante, ma anche alle persone!).