semi cannabis italia

Cannabis per uso terapeutico: le proprietà ed i consigli su come assumerla per via orale, tramite vaporizzazione fumo. Data la crescente evidenza sul potenziale terapeutico vittoria diversi cannabinoidi, è importante distinguere tra l’uso dottore di prodotti ricchi successo THC e quelli ricchi di CBD, che è un ingrediente non psicoattivo ancora oggi cannabis ed è persino un costituente di canapa.
Allo stesso maniera in uno studio del dicembre 2012 pubblicato su Psycological Medicine, rivista online dell’Università di Cambrige, i ricercatori spiegano di aver seguito per 6 anni 101 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 22 anni in cura presso un ospedale psichiatrico di New York considerati ad alto rischio e che i dati attuali: Non supportano il fatto che un basso moderato consumo successo cannabis sia collegato per un maggior rischio di sviluppare psicosi disagi per livello sociale in giovani ad alto rischio”.
auto amnesia ricercatori hanno poi testato le capacità mnemoniche e vittoria apprendimento dei roditori, confrontando i loro risultati con quelli di topi che avevano ricevuto un placebo ed i risultati vengono effettuate stati pubblicati su Nature Medicine in uno studio intitolato Verso chronic low dose of Δ9-tetrahydrocannabinol (THC) restores cognitive function in old mice”.
I principi attivi di interesse medico-farmaceutico che puoi trovare all’interno della marijuana vengono effettuate i cannabinoidi e, in particolare, il THC ( delta-9-tetraidrocannabinolo, un cannabinoide psicoattivo) e il CBD (cannabidiolo, un cannabinoide non psicoattivo).
Giovanni Marsicano dell’INSERM, in Francia, e Xia Zhang dell’Università di Ottawa, in Canada, hanno iniziato la sperimentazione per chiarire per quale motivo nel modo gna cellule astrogliali ( astrociti) rispondano sia al THC sia agli altri segnali fisiologici del cervello.
Il più antico testo rinomato, dove vengono elencati probabili usi della cannabis in campo medico, è un trattato cinese di Farmacologia del 2737 a. C. La cannabis è stata per lungo tempo utilizzata dalla medicina popolare in tutto il mondo orientale e persino Discoride, medico successo Nerone, nel suo codice Anicia Juliana (512 d. C. ), ne elenca le proprietà farmacologiche ed gli impieghi terapeutici, riportando anche il primo disegno botanico della pianta.
Dei 3 studi con basso ROB, 1 ha riportato una singola piccola riduzione non significativa nel ridurre il sconvolgimento a 5 settimane, 1 non ha riportato differenze negli outcome e 1 studio di grandi caratteristiche ha riportato che un maggior numero di pazienti del gruppo dei pazienti trattati con cannabis riferiva sollievo dal dolore fisico a 12 settimane (28. 0% vs 18. 7%; P = 0. 028) (33).
Il Canada nel 2005 è stato il primo paese ad autorizzare la messa in commercio di un estratto totale di Cannabis sotto forma di spray sublinguale standardizzato per THC e CBD (Sativex) per il trattamento del dolore neuropatico dei malati successo sclerosi multipla e cancro (di recente approvato anche in Italia).
Al dolore cronico, che si presenta spesso an intervalli, si associano diversi sintomi, soprattutto disturbi cognitivi, complessivamente identificati con il termine fibro fog 1, disturbi dell’umore e del sonno, nonché astenia, ovvero affaticamento cronico.
Del resto ci sono diverse pubblicazioni sull’uso terapeutico della cannabis per chi volesse approfondire l’argomento, ma ormai ci sono numerosi studi che confermano quanto la marijuana possa essere di aiuto nel combattere il dolore cronico, e quindi di aiuto anche per chi soffre di fibromialgia, migliorandone la qualità della vita e del sonno.
Il cannabinolo e i suoi derivati, ivi incluso il THC (il composto che conferisce alla cannabis le sue proprietà psicoattive – vedi Capitolo 3) apparivano ora nella Tabella I della Accordo, e le parti interessate erano quindi obbligate a bandirli “fatta eccezione per usi scientifici e, in misura assai limitata, medici, da parte di gente debitamente autorizzate” (Articolo 7(a)).
Contemporaneamente, in Messico, le persone povere fumavano marijuana per rilassarsi e per resistere al caldo e alla fatica (Originariamente la marijuana era una parola gergale messicana per indicare la preparazione di foglie secche ed di germogli della Cannabis sativa, la varieta’ indigena di pianta di canapa, da fumare).

Comments are closed.